C'è un intero spettro tra cui scegliere, sia che preferiate il più tradizionale o un aspetto leggermente più contemporaneo. Tuttavia, ti sei mai chiesto come si trasforma una semplice vecchia pelle nella pelle vibrante e abbagliante che alla fine coprirà il tuo divano su misura Chesterfield? No? Beh, che ci crediate o no, in realtà è piuttosto interessante. La prossima volta che guardi un mobile Chesterfield in uno showroom, sarai in grado di annuire saggiamente e dire a te stesso, so come hanno ottenuto quel colore. L'abbronzatura è il processo in cui viene conservata la pelle. Rimuove tutte le impurità e converte tutte le proteine ​​della pelle grezza in molecole stabili, il che significa che la pelle non si putrefà o degrada. Abbronzare una pelle aiuta a creare legami incrociati nella struttura del collagene: questo aiuta a stabilizzarlo contro gli effetti di acidi, alcali, calore, acqua e l'azione dei microrganismi. In breve, l'abbronzatura protegge la pelle e ne garantisce la longevità. Esistono diversi modi per abbronzare una pelle. Le concia minerali al sale di cromo vengono solitamente utilizzate nella preparazione della pelle. Si possono usare anche conchiglie di aldeide e olio: questo metodo di concia produce pelli molto morbide ma è comprensibilmente più costoso. L'abbronzatura viene spesso utilizzata per produrre pelli alla moda lavabili a secco e lavabili, nonché in pelle di camoscio. Le concia alle verdure vengono utilizzate per produrre pelli più resistenti e robuste che vengono utilizzate principalmente per cinture, fodere per scarpe, borse e custodie. L'abbronzatura delle verdure utilizza vari estratti vegetali che producono una caratteristica colorazione marrone. Una volta abbronzato, il pellame è pronto per la fase successiva del processo. Se la pelle è spessa o rotta, può essere divisa utilizzando una macchina per spaccare specializzata che produrrà due diversi tipi di prodotti in pelle. Lo strato più alto è di altissima qualità: il sottostrato tende a non presentare venature visibili e viene solitamente trasformato in pelle scamosciata. Se necessario, il grano può essere aggiunto artificialmente a questo strato. Tutte le pelli di qualità hanno uno spessore uniforme. Ciò si ottiene radendo la pelle sul lato non fiore con una macchina specializzata che utilizza lame elicoidali montate su un cilindro rotante. Una volta completato questo processo, alla pelle viene dato un lavaggio neutralizzante finale che rimuove tutte le sostanze chimiche e qualsiasi residuo in modo che la pelle sia pronta per la tintura. I metodi di tintura della pelle sono lunghi e complessi poiché la gamma di colori della pelle è ampia e varia. La pelle infatti può essere tinta a qualsiasi colore di scelta, ma le procedure variano a seconda della natura della tintura utilizzata e della qualità desiderata del pezzo finale. Molte pelli sono tinte in superficie. Altri prodotti in pelle, tuttavia, come la pelle scamosciata, hanno bisogno di coloranti penetranti che penetrano completamente in ogni filo e molecola della pelle per produrre un colore duraturo. Una volta che la pelle è stata tinta del colore scelto, è necessario reintrodurre gli oli nel materiale per evitare che si secchino e diventino rigidi. Il processo si chiama fatliquoring. Il processo rimette gli oli essenziali nella pelle per mantenere le fibre lubrificate e la pelle morbida ed elastica. Il contenuto d'acqua della pelle deve quindi essere ridotto in modo che la pelle non si restringa o si deformi. Questo processo viene eseguito gradualmente al fine di mantenere l'integrità della pelle. Per prima cosa viene "assorbito" facendolo passare attraverso un grande rullo con mangles ricoperti di feltro: questo riduce il contenuto d'acqua a circa 55%. Viene quindi "impostato" e allungato. Durante questa fase del processo, la parte a grana della pelle viene levigata: ciò riduce ulteriormente il contenuto d'acqua a circa 40%. L'ultima fase del processo è l'essiccazione finale. Idealmente, la pelle dovrebbe avere un contenuto finale di acqua compreso tra 10 e 20%. Per raggiungere questo obiettivo, la pelle viene passata attraverso un tamburo di picchettamento e asciugatura che fa roteare la pelle all'interno di un tamburo rotante, producendo una pelle più morbida e flessibile, oppure lucidando e spazzolando dove la superficie del grano viene spazzolata per creare un pisolino molto fine , come visto su pelle nabuk. Al termine dell'asciugatura finale, la pelle è finita. Questa è una sorta di controllo di qualità in cui vengono analizzati i livelli di colore e vengono corretti eventuali difetti del grano. Una lucentezza protettiva, o strato superficiale, viene aggiunto alla pelle per dargli una buona resistenza all'acqua, agli attacchi chimici e all'abrasione. La fase finale del processo è la classificazione in cui la qualità generale del prodotto viene controllata per morbidezza, uniformità e fascino visivo. Qualsiasi pellame non ritenuto conforme allo standard viene ignorato.]]>


I commenti sono chiusi.